Home >  > 1879 - 1955
Sapere Sapere
1905-2005


Albert Einstein


il concorso






Shopping
notebook 81x55 Notebook mini o grande?
Contro il carovita risparmia tempo e denaro: confronta tutti i prezzi e acquista in pochi click!


1879 - 1955
Vita e opere di Albert Einstein

Scienziato ma non solo. Einstein ha vissuto un periodo intenso e drammatico della vita europea e mondiale: nella giovinezza, gli anni a cavallo tra '800 e '900; nella maturità, la prima metà del XX secolo. Ha attraversato guerre e rivoluzioni con un occhio alla scienza e un altro al mondo che gli girava attorno, diventando per forza di cose un punto di riferimento intellettuale anche su questioni politiche.
Lui, scienziato ebreo, ha vissuto la Berlino degli anni Venti e Trenta. Lui, capostipite della scienza atomica, ha fatto in tempo a vedere Hiroshima, Nagasaki e gli albori della guerra fredda.

Ecco una cronologia dettagliata della vita di Albert Einstein, a cura del Museo Tridentino di Scienze Naturali.



pagina 1 di 3
avantiavanti
1879 - 1905
1879
Nasce a Ulm il 14 marzo da Hermann Einstein (1847-1902) e Pauline Koch (1858-1920).
Il negozio di articoli elettrotecnici del padre fallisce.

1880
La famiglia si trasferisce a Monaco di Baviera. Il padre si mette in società con il fratello Jakob e apre una piccola fabbrica per la produzione di
dinamo, strumenti elettrici e lampade ad arco.

1881
Nasce la sorella Maja.

1885
Frequenta la Peterschule, un istituto elementare cattolico di Monaco di Baviera.

1889
Frequenta il Reale Ginnasio Luitpold.

1891
Max Talmey (1869-1941) gli raccomanda di leggere una serie di libri di divulgazione scientifica.

1892
Legge le opere di Kant e si occupa di calcolo differenziale e integrale.

1894
In estate la famiglia si trasferisce in Italia. Rimasto a Monaco per concludere gli studi, ben presto abbandona il Ginnasio Luitpold e raggiunge la
famiglia in Italia.

1895
Viene respinto all’esame di ammissione al Politecnico federale di Zurigo. Frequenta la scuola cantonale di Aarau in Svizzera.
Durante i mesi di scuola abita presso la casa del direttore della scuola Jost Winteler.

1896
Il 28 gennaio rinuncia alla cittadinanza dello stato del Württemberg. Si diploma presso la scuola cantonale di Aarau.
In ottobre si iscrive al Politecnico federale nella specializzazione di fisica e matematica.
Conosce Mileva Mari, compagna di studi e in seguito sua prima moglie.

1900
Ottiene il diploma di insegnante specializzato in matematica ma non il posto di assistente al Politecnico che sperava.
Pubblica sugli Annali di Fisica il suo primo lavoro: "Osservazioni sui fenomeni di capillarità".

1901
Il 21 febbraio ottiene la cittadinanza svizzera. Lavora come supplente nell’Istituto tecnico di Winterthur e in un collegio per ragazzi di Sciaffusa.

1902
Nasce, probabilmente in gennaio, la figlia Lieserl. Di lei presto si perde ogni traccia e non rimangono notizie sulla sua sorte.
Il padre muore a Milano il 16 giugno.
Viene assunto all’Ufficio federale per la proprietà intellettuale di Berna. Inizia a pubblicare lavori di meccanica classica e statistica.

1903
Il 6 gennaio sposa Mileva Mari originaria di Titel nell’Ungheria meridionale.
Pubblica la "Teoria dei principi di termodinamica".

1904
Il 14 maggio nasce il suo primo figlio, Hans Albert.
Discute le sue idee sulla teoria della relatività ristretta con i colleghi di lavoro Michele Angelo Besso e Joseph Sauter.

1905
Pubblica, sugli Annali di Fisica, quattro fondamentali lavori:
"Su un punto euristico a proposito dell’origine e della diffusione della luce"
"Sul moto delle particelle sospese in liquidi in stato di quiete, alla luce della teoria molecolare del calore"
"L’elettrodinamica dei corpi in movimento"
"L’inerzia di un corpo dipende dal suo contenuto di energia?"
Il primo sarà menzionato nella motivazione del premio Nobel, gli ultimi due costituiscono il fondamento della teoria della relatività ristretta.



pagina 1 di 3
avantiavanti
Stampa
  Invia





Virgilio Desktop Search C6 Messenger Virgilio Screensaver RSS Reader Virgilio Toolbar