Le citazioni di: Alexander Pope

« In cielo l'amar troppo è un crimine? »

Alexander Pope

« I giudici affamati firmano la sentenza, / E dei disgraziati vengono impiccati perché i giurati vadano a mangiare. »

Alexander Pope

« Errare è umano, perdonare è divino. »

Alexander Pope

« Perché l'uomo non ha una visione microscopica? / Per questa semplice ragione, ch'Egli non è una mosca. »

Alexander Pope

« Il peggior pazzo è un santo diventato pazzo. »

Alexander Pope

« Ignorante, non conosceva l'arte sottile dello studioso, / E nessun linguaggio, tranne quello del cuore. »

Alexander Pope

« Alcuni lodano la mattina ciò che alla sera criticano; / Ma pensano sempre che l'ultima opinione è quella giusta. »

Alexander Pope

« Ad ogni parola muore una reputazione. »

Alexander Pope

« Mi chiedi che provocazione ho avuto? / La forte antipatia del bene per il male. »

Alexander Pope

« Un uomo onesto è l'opera più mirabile di Dio. »

Alexander Pope

1 di 6 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario