Le citazioni di: Alexandre, Figlio Dumas

« Preferisco i mascalzoni agli imbecilli, perché ogni tanto si concedono una pausa »

Alexandre, figlio Dumas

« Non c'è vera felicità se non quella di cui ci si accorge di godere. Il bambino è felice, è vero, ma siccome lo viene a sapere soltanto molto più tardi è come se non lo fosse mai stato. »

Alexandre, figlio Dumas

« In amore, scrivere è pericoloso; senza contare che è inutile. »

Alexandre, figlio Dumas

« Tutte le generalizzazioni sono pericolose, perfino questa. »

Alexandre, figlio Dumas

« Certe donne amano talmente il loro marito che per non sciuparlo, prendono quello delle loro amiche. »

Alexandre, figlio Dumas

« Chi legge sa molto; chi osserva sa molto di più. »

Alexandre, figlio Dumas

« Il matrimonio è una catena così pesante che per portarla bisogna essere in due e spesso in tre. »

Alexandre, figlio Dumas

« Gli uomini sono come aquiloni, più gli si dà corda meglio si tengono. »

Alexandre, figlio Dumas

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario