Le citazioni di: Carlo V

« I letterati mi istruiscono, i commercianti mi arricchiscono, e i nobili mi spogliano. »

Carlo V

« Non faccio guerra ai morti, riposi in pace: ormai è davanti al suo giudice. »

Carlo V

« La ragione di stato non deve opporsi allo stato della ragione. »

Carlo V

« Parlo in spagnolo a Dio, in italiano alle donne, in francese agli uomini, e in tedesco al mio cavallo. »

Carlo V

« Sul mio impero non tramonta mai il sole. »

Carlo V

« La fortuna è una cortigiana che riserva ai giovani i propri favori. »

Carlo V

« La moderazione è sempre la tattica preferibile. »

Carlo V

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: atavico


Aggettivo
atavico m sing (singolare maschile: atavico, plurale maschile: atavici, singolare femminile: atavica, plurale femminile: ataviche)
di ciò che è originario degli antenati, specialmente molto lontani nel tempo, e che discende come eredità da essi (per estensione) antico, remoto, primigenio (biologia) in genetica, di carattere riscontrabile negli organismi viventi così come nei loro antenati antichi che appare invece regredito o del tutto scomparso in quelli meno remoti (atavismo); più specificamente, di carattere ereditario che riappare in un individuo dopo essere stato assente per più generazioni come effetto di una ricombinazione di geni che codificano per fenotipi recessivi
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ATAVICO del Wikizionario