Le citazioni di: Carlos Fuentes

« Penso che qualsiasi buon libro si debba basare su fatti concreti. I libri peggiori riguardano situazioni che gli scrittori conoscevano prima di scrivere. »

Carlos Fuentes

« Quello che gli stati uniti fanno meglio è capire se stessi. Quello che fanno peggio è capire gli altri. »

Carlos Fuentes

« Hai cominciato a scrivere per vivere. Finisci per scrivere in modo da non morire. »

Carlos Fuentes

« Ho sempre cercato di raccontare le mie critiche: non giudicatemi, leggete i miei libri. Sono uno scrittore non uno stile. »

Carlos Fuentes

« Ci sono persone con le quali la realtà esterna è generosa perché sono trasparenti, perché si può leggere tutto, accettare tutto, capire tutto di loro. È gente che risplende di un sole proprio. »

Carlos Fuentes

« Il racconto è nato da molti fatti che non capiamo in un modo o nell'altro, perché è andato perduto l'uso di un linguaggio unitario e ortodosso. »

Carlos Fuentes

« Per la sua stessa natura, il romanzo indica che noi diveniamo. Non esiste una soluzione definitiva. Non esiste la parola definitiva. »

Carlos Fuentes

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario