Le citazioni di: Giuseppe Ungaretti

« Di queste case / non è rimasto che qualche brandello di muro / Di tanti / che mi corrispondevano / non è rimasto neppure tanto / Ma nel mio cuore / nessuna croce manca / È il mio cuore / il paese più straziato. »

Giuseppe Ungaretti

« Il vero amore è come una finestra illuminata in una notte buia. Il vero amore è una quiete accesa. »

Giuseppe Ungaretti

« L'uomo, monotono universo, / crede allargarsi i beni / e dalle sue mani febbrili / non escono senza fine che limiti. »

Giuseppe Ungaretti

« La morte si sconta vivendo. »

Giuseppe Ungaretti

« Corruzione che s'adorna di illusioni. »

Giuseppe Ungaretti

« Non mi lasciare, resta, sofferenza! »

Giuseppe Ungaretti

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: relegare


Verbo
Transitivo
relegare
trasferire coattivamente un individuo condannato all'esilio (senso figurato) allontanare qualcuno, da un posto di lavoro ad un altro, per punirlo
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce RELEGARE del Wikizionario