Le citazioni di: Henrik Ibsen

« Gli spiriti della verità e della libertà sono i pilastri della società. »

Henrik Ibsen

« Non si dovrebbero mai indossare i pantaloni migliori quando si va in battaglia per la libertà e la verità. »

Henrik Ibsen

« O tutto o niente. »

Henrik Ibsen

« Non usate la parola straniera "ideali". Abbiamo nella nostra lingua l'eccellente termine "bugie". »

Henrik Ibsen

« BELLING: E, se mi è permesso chiedere, qual è il vostro destino? GREGERS: Essere il tredicesimo a tavola. »

Henrik Ibsen

« Il progresso non è altro che brancolare da un errore all'altro. »

Henrik Ibsen

« Cosa dovrebbe essere un uomo? Se stesso: questo è tutto. »

Henrik Ibsen

« La società si fonda sui pilastri del vero e della libertà. »

Henrik Ibsen

« Un uccello della foresta non ha bisogno di alcun riparo forzato. »

Henrik Ibsen

« Il peggior nemico della verità e della libertà nella nostra società è la maggioranza compatta, la maggioranza liberale. »

Henrik Ibsen

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario