Le citazioni di: Iris Murdoch

« Gli affari umani non sono seri, ma devono essere presi sul serio. »

Iris Murdoch

« Penso che essere una donna sia come essere un irlandese... Tutti sanno che sei importante e carina ma hai sempre il secondo posto. »

Iris Murdoch

« I bar sono luoghi universali, come le chiese, sacri luoghi di ritrovo dell'umanità. »

Iris Murdoch

« Scrivere è come sposarsi. Uno non dovrebbe impegnarsi finché non rimane stupito della fortuna di qualcun altro. »

Iris Murdoch

« Forse le passioni morali fuorviate sono migliori della confusa indifferenza. »

Iris Murdoch

« Ma la fantasia uccide l'immaginazione, la pornografia è la morte dell'arte. »

Iris Murdoch

« Ogni uomo ha bisogno di due donne, una quieta casalinga ed una eccitante ninfa. »

Iris Murdoch

« Filosofia! Vuoto pensare di uomini vuoti e vanitosi che credono di poter digerire senza mangiare! »

Iris Murdoch

« Egli…era un sociologo; era entrato in una confusione intellettuale ancora giovane e non è più stato capace di venirne fuori. »

Iris Murdoch

« Moralistico non è morale. È come per la verità—bene, è marrone—non è nello spettro…. La verità è sui generis. »

Iris Murdoch

1 di 3 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario