Le citazioni di: Lucrezio

« È dolce, quando in alto mare i venti sconvolgono le onde, contemplare la lotta di un altro dalla terraferma. »

Lucrezio

« A sì grandi misfatti poté istigare la religione. »

Lucrezio

« La vita è una lunga battaglia nelle tenebre. »

Lucrezio

« Dal cuore della fonte di delizie sgorga un rivolo amaro che tra i fiori stessi ci tortura. »

Lucrezio

« Nulla può essere creato dal nulla. »

Lucrezio

« Quello che è cibo per un uomo è veleno per un altro. »

Lucrezio

« Accidere ex una scintilla incendia passim (A volte da una sola scintilla scoppia un incendio). »

Lucrezio

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: vezzo


Sostantivo
vezzo m (plurale: vezzi)
consuetudine, tendenza abituale, per lo più non buona; piccolo vizio gesto, atto tenero e affettuoso specialmente di bambino figurativamente carezza, atto amorevole di quelli che servono a viziare i bambini metaforicamente collana di perle o simile ornamento
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce VEZZO del Wikizionario