Le citazioni di: Marchese De Sade

« Possedere in esclusiva una donna è tanto ingiusto quanto possedere degli schiavi. »

Marchese de Sade

« Il vostro corpo è la chiesa dove la Natura chiede di essere riverita. »

Marchese de Sade

« Per l'uomo non c'è altro inferno che la stupidità o la malvagità dei suoi simili. »

Marchese de Sade

« Le religioni sono il supporto del dispotismo. »

Marchese de Sade

« La distruzione, quindi, come la creazione, è uno dei mandati della Natura. »

Marchese de Sade

« Nel silenzio delle leggi nascono le grandi azioni. »

Marchese de Sade

« Non c'è Dio, la Natura è sufficiente a se stessa; in nessuna guisa ha essa bisogno d'un autore. »

Marchese de Sade

« Più difetti un uomo ha, più vecchio e meno amabile è, tanto più risonante sarà il suo successo. »

Marchese de Sade

« Non si piange se non quando si ha paura, e questa è la ragione per cui i re sono dei tiranni. »

Marchese de Sade

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario