Le citazioni di: Massima Medioevale

« Chi in caso di guerra nega aiuto ai propri alleati lo nega a se stesso. »

Massima medioevale

« Ciò che è lecito a Giove non è lecito a un bove. »

Massima medioevale

« Spesso l'errore di un nemico si trasforma in un ottimo consiglio per chi sa approfittarne. »

Massima medioevale

« Chi ama una cerva la vede come se fosse Minerva. Chi ama una rana la considera una Diana. »

Massima medioevale

« Un amore non ricambiato infiamma la passione. »

Massima medioevale

« Chi ha perso la fiducia nella forza delle armi non può che ricorrere all'inganno. »

Massima medioevale

« Il medico sta male se nessuno sta male. »

Massima medioevale

« La fortuna non permette mai che qualcuno abusi di lei senza punirlo duramente. »

Massima medioevale

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: traccheggiare


Verbo
Intransitivo
traccheggiare
indugiare, cercare di guadagnare tempo o di mandare per le lunghe, talvolta affannandosi, per rimandare una decisione o un impegno; temporeggiare, tergiversare (sport) nel linguaggio della scherma, eseguire quei movimenti e manovre, intesi a preparare o rintuzzare un attacco, che prendono il nome di traccheggio (sport) (per estensione) assumere un atteggiamento compassato di apparente e controllata irresolutezza per studiare l'avversario
Transitivo
traccheggiare
(non comune) tergiversare per tenere a bada o in sospeso qualcuno o qualcosa
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce TRACCHEGGIARE del Wikizionario