Le citazioni di: Mino Maccari

« Giovani non si nasce, si diventa. »

Mino Maccari

« Ogni imbecille tollerato è un arma regalata al nemico »

Mino Maccari

« Beati gli ultimi se i primi sono pederasti. »

Mino Maccari

« Il bambino che accarezzi sghignazzerà ai tuoi funerali. »

Mino Maccari

« E fu così che io persi la sua verginità. »

Mino Maccari

« Non sappia la tua sinistra ciò che fa la mia destra. »

Mino Maccari

« "Lei mi ha pestato i piedi tutta la sera!" "Sì, ma lei, Signora, mi ha pestato il cuore." »

Mino Maccari

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario