Le citazioni di: Sofocle

« La morte è l'ultimo medico delle malattie. »

Sofocle

« La gioia più grande è quella che non era attesa. »

Sofocle

« Sono tante le meraviglie, ma nessuna è più meravigliosa dell'uomo. »

Sofocle

« I più grandi dolori sono quelli di cui noi stessi siamo la causa. »

Sofocle

« I buoni ragionamenti sono più forti di due mani robuste. »

Sofocle

« Chi ha paura non fa che sentir rumori. »

Sofocle

« Non v'è nemico peggiore di un cattivo consiglio. »

Sofocle

« Gli uomini orgogliosi imparano in vecchiaia ad essere saggi. »

Sofocle

« Nessuno ama la vita come l'uomo che sta invecchiando. »

Sofocle

« Io rappresento gli uomini quali dovrebbero essere, ma Euripide li rappresenta quali essi sono. »

Sofocle

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: vezzo


Sostantivo
vezzo m (plurale: vezzi)
consuetudine, tendenza abituale, per lo più non buona; piccolo vizio gesto, atto tenero e affettuoso specialmente di bambino figurativamente carezza, atto amorevole di quelli che servono a viziare i bambini metaforicamente collana di perle o simile ornamento
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce VEZZO del Wikizionario