Le citazioni di: Ugo Bernasconi

« C'è una sola cosa al mondo che non inganna mai: le apparenze. »

Ugo Bernasconi

« Il vero castigo di chi compra le lodi è ch'Egli finisce col credere alle lodi pagate. »

Ugo Bernasconi

« Ci sono lodi che valgono più del biasimo a farci rimordere del peccato commesso. »

Ugo Bernasconi

« L'amore spesso non è ricambiato. L'odio sempre. »

Ugo Bernasconi

« Forse a forza di cattive fortune, il destino ti tempra a sostenere la buona. »

Ugo Bernasconi

« Quando un lievito di bene ti è entrato in un solco dell'anima, tutte le altre parti si sollevano insieme. »

Ugo Bernasconi

« Tale che non è riuscito ad esser genio, si rassegna a fare il santo. »

Ugo Bernasconi

« Parere non è essere, ma per essere bisogna anche parere. Nulla contribuisce tanto a fare il monaco quanto l'abito. »

Ugo Bernasconi

« Ha già il senso del profondo chi sa di essere superficiale. »

Ugo Bernasconi

« Meglio ci guarisce il medico che ci fa vedere anche la sua piaga. »

Ugo Bernasconi

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario