Le citazioni di: Ugo Foscolo

« All'ombra de' cipressi e dentro l'urne / confortate di pianto è forse il sonno della morte men duro? »

Ugo Foscolo

« Tu non altro che il canto avrai del figlio, / o materna mia terra, a noi prescrisse / il fato illacrimata sepoltura. »

Ugo Foscolo

« Il disprezzare non è da tutti. »

Ugo Foscolo

« Il dolore, in chi manca di pane, è più rassegnato. »

Ugo Foscolo

« Coloro che non furono mai sventurati, non sono degni della loro felicità. »

Ugo Foscolo

« Sdegno il verso che suona e che non crea. »

Ugo Foscolo

« L'arte non consiste nel rappresentare cose nuove, bensì nel rappresentare con novità. »

Ugo Foscolo

« Forse perché della fatal quïete / tu sei l'imago, a me sì cara vieni, o Sera! »

Ugo Foscolo

« In tutti i paesi ho veduto gli uomini sempre di tre sorte: i pochi che comandano; l'universalità che serve; e i molti che brigano. »

Ugo Foscolo

« Le sciocche e laide abitudini sono le corruzioni della nostra natura. »

Ugo Foscolo

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: dicotomia


Sostantivo
dicotomia f sing (plurale: dicotomie)
(filosofia) suddivisione di un concetto in due categorie distinte e opposte (per estensione) radicale divisione, separazione tra due entità, posizioni, punti di vista dicotomia tra classicismo e romanticismo (botanica) tipo di ramificazione caratterizzato dalla divisione dell'apice in due apici, ciascuno dei quali può, a sua volta, bipartirsi (astronomia) primo e ultimo quarto del ciclo lunare
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce DICOTOMIA del Wikizionario