Le citazioni di: Wystan Hugh Auden

« Il più grande degli scrittori non può vedere al di là di un muro di mattoni, ma diversamente da noi egli non può costruirne uno. »

Wystan Hugh Auden

« La musica è il rimedio migliore durante il momento della digestione. »

Wystan Hugh Auden

« Siamo sulla terra per aiutare gli altri: ma non conosco il motivo per il quale sulla terra ci sono gli altri. »

Wystan Hugh Auden

« Tutti i peccati danno dipendenza, e il punto terminale della dipendenza è ciò che viene chiamato dannazione. »

Wystan Hugh Auden

« Le facce comuni nei luoghi pubblici / Sono più sagge e più belle / Dei volti pubblici nei luoghi privati. »

Wystan Hugh Auden

« Il male senza voce / Prese a prestito il linguaggio del bene / E lo ridusse a mero rumore. »

Wystan Hugh Auden

« Se possiamo, onoriamo / L'uomo verticale, anche se non stimiamo altri / Che l'uomo orizzontale. »

Wystan Hugh Auden

« L'uomo è una creatura che crea la storia e che non può ripetere il proprio passato né lasciarselo alle spalle. »

Wystan Hugh Auden

« Per tutte le persone a cui voglio bene non trovo un comune denominatore, ma per quelle che amo si: mi fanno tutte divertire. »

Wystan Hugh Auden

« Il poeta è, prima di tutto, una persona che è passionalmente innamorata del linguaggio. »

Wystan Hugh Auden

1 di 3 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario