Le citazioni di: Zsa Zsa Gabor

« L'amore a prima vista può scoppiare anche nei confronti di un conto corrente. »

Zsa Zsa Gabor

« I mariti sono come il fuoco: escono appena non li tieni sotto controllo. »

Zsa Zsa Gabor

« Anche Dio fa dei progressi nell'apprendimento: lo si nota dai miglioramenti nella creazione della donna nei confronti dell'uomo. »

Zsa Zsa Gabor

« Non ho mai odiato un uomo a tal punto da restituirgli i gioielli ricevuti in regalo. »

Zsa Zsa Gabor

« Personalmente non conosco niente del sesso perché sono sempre stata sposata. »

Zsa Zsa Gabor

« Gli uomini hanno delle idee completamente sbagliate del loro fascino; esso non si trova dove credono loro, ma all'altezza del cuore, lì, dove sta... il portafoglio. »

Zsa Zsa Gabor

« Un uomo con un grosso conto in banca non può essere brutto. »

Zsa Zsa Gabor

« Un uomo innamorato è incompleto finché non si è sposato, dopo di che è finito. »

Zsa Zsa Gabor

« Quanti mariti ho avuto? Miei o delle altre? »

Zsa Zsa Gabor

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: atavico


Aggettivo
atavico m sing (singolare maschile: atavico, plurale maschile: atavici, singolare femminile: atavica, plurale femminile: ataviche)
di ciò che è originario degli antenati, specialmente molto lontani nel tempo, e che discende come eredità da essi (per estensione) antico, remoto, primigenio (biologia) in genetica, di carattere riscontrabile negli organismi viventi così come nei loro antenati antichi che appare invece regredito o del tutto scomparso in quelli meno remoti (atavismo); più specificamente, di carattere ereditario che riappare in un individuo dopo essere stato assente per più generazioni come effetto di una ricombinazione di geni che codificano per fenotipi recessivi
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ATAVICO del Wikizionario