Le citazioni sul tema: Castigo

« Il mio castigo è troppo pesante da sopportare. (§ 4, 13) »

Genesi

« Non s'impiccano gli uomini per aver rubato dei cavalli, ma perché non si rubino i cavalli. »

Marchese di Halifax

« Anche se lentamente, tuttavia il castigo giunge con passi silenziosi. »

Tibullo

« Ogni castigo è un danno: ogni castigo è in se stesso un male. »

Jeremy Bentham

« Se il castigo non rende docile la volontà, esso indurisce il criminale. »

John Locke

« Il primo castigo è questo: che nessun colpevole trovi indulgenza di fronte a se stesso. »

Giovenale

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: atavico


Aggettivo
atavico m sing (singolare maschile: atavico, plurale maschile: atavici, singolare femminile: atavica, plurale femminile: ataviche)
di ciò che è originario degli antenati, specialmente molto lontani nel tempo, e che discende come eredità da essi (per estensione) antico, remoto, primigenio (biologia) in genetica, di carattere riscontrabile negli organismi viventi così come nei loro antenati antichi che appare invece regredito o del tutto scomparso in quelli meno remoti (atavismo); più specificamente, di carattere ereditario che riappare in un individuo dopo essere stato assente per più generazioni come effetto di una ricombinazione di geni che codificano per fenotipi recessivi
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ATAVICO del Wikizionario