Le citazioni sul tema: Castità

« La castità è il miraggio degli osceni. »

Ennio Flaiano

« Di tutte le aberrazioni sessuali forse la più aberrante è la castità. »

Rémy de Gourmont

« Castità non significa astensione dal peccato sessuale; vuol dire qualcosa di ardente, come Giovanna d'Arco. »

Gilbert Keith Chesterton

« Spogliandosi... la donna si spoglia del diritto a essere rispettata. »

Esiodo

« Ed abbi questo per certo, che colei sola è casta la quale o non fu mai da alcuno pregata o, se pregò, non fu esaudita. »

Giovanni Boccaccio

« Datemi la castità e la continenza, ma non subito. »

Sant'Agostino

« Ci sono poche donne virtuose che non provino noia della loro professione. »

François de La Rochefoucauld

« La tua vecchia verginità è come una delle nostre vizze pere francesi: è brutta, è secca al gusto. »

William Shakespeare

« Queste persone si astengono, è vero: ma la Sensualità, quella cagna, invidiosa e torva, guarda in fuori da tutto ciò che fanno. »

Friedrich Nietzsche

« Tre cose mantengono casta la donna: malattia, superbia e mancanza d'occasione. »

Proverbio

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario