Le citazioni sul tema: Consapevolezza

« Lo so che sono un sacco di merda ma qualcuno al mondo deve pur esserlo e se non lo fossi stato io forse lo saresti stato tu. »

Anonimo

« Essere felici vuol dire essere capaci di diventare autoconsapevoli senza paura. »

Walter Benjamin

« L'unico modo di dare determinatezza al mondo è quello di dargli la consapevolezza. »

Miguel de Unamuno

« Ha già il senso del profondo chi sa di essere superficiale. »

Ugo Bernasconi

« La consapevolezza è una malattia. »

Miguel de Unamuno

« Poiché è tutta la vita che combino cazzate perché dovrei smettere proprio ora? »

Anonimo

« Oggi è il primo dei giorni che mi restano da vivere. »

Anonimo

« Solo se ti trovi a un altezza di diverse migliaia di metri, puoi cadere da diverse migliaia di metri. »

Anonimo

« Un impiegatuccio in un ufficio postale è pari a un conquistatore se la consapevolezza è comune ad entrambi. »

Albert Camus

« Lo scopo della vita è vivere e vivere significa essere consapevoli, gioiosamente, divinamente, serenamente e con ebbrezza. »

Henry Miller

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario