Le citazioni sul tema: Diavolo

« Sempre più si diffonde sulla nostra stampa il brutto vezzo di chiamare Andreotti col nome di Belzebù. Piantiamola. Belzebù potrebbe anche darci querela. »

Indro Montanelli

« Rinunciate al diavolo e a tutte le sue opere. »

dal "The Book of Common Prayer"

« Il principe delle tenebre è un gentiluomo. »

William Shakespeare

« Il diavolo è un ottimista se crede di poter peggiorare gli uomini. »

Karl Kraus

« Il diavolo è morto il giorno stesso in cui sei nato. »

Kahlil Gibran

« All'inferno il diavolo è un eroe positivo. »

Stanislaw J. Lec

« Dove il diavolo non può mettere il capo, mette la coda. »

Proverbio

« L'uomo è di fuoco, la donna di stoppa, il diavolo arriva e soffia. »

Miguel de Cervantes y Saavedra

« Il diavolo può fare brutti scherzi al genio, ma trascura gli imbecilli. »

Leonardo Sinisgalli

« Se il diavolo non esiste, ma l'ha creato l'uomo, credo che egli l'abbia creato a propria immagine e somiglianza. »

Fëdor Dostoevskij

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: atavico


Aggettivo
atavico m sing (singolare maschile: atavico, plurale maschile: atavici, singolare femminile: atavica, plurale femminile: ataviche)
di ciò che è originario degli antenati, specialmente molto lontani nel tempo, e che discende come eredità da essi (per estensione) antico, remoto, primigenio (biologia) in genetica, di carattere riscontrabile negli organismi viventi così come nei loro antenati antichi che appare invece regredito o del tutto scomparso in quelli meno remoti (atavismo); più specificamente, di carattere ereditario che riappare in un individuo dopo essere stato assente per più generazioni come effetto di una ricombinazione di geni che codificano per fenotipi recessivi
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ATAVICO del Wikizionario