Le citazioni sul tema: Ebraismo

« Perché la sofferenza è l'insegna di tutta la nostra gente. »

William Shakespeare

« Chi odia gli ebrei più degli ebrei? »

Henry Miller

« Come tutti sanno, se ci sono tre ebrei, allora ci sono tre opinioni. »

Rabbi Anthony Bayfield

« Secondo me, questa è una cartina di tornasole: nessuna società intellettuale può prosperare dove un ebreo non si sente a suo agio. »

Paul Johnson

« Nessun ebreo fu mai abbastanza stupido da diventare cristiano senza essere un uomo intelligente. »

Israel Zangwill

« Il pessismo è un lusso che un ebreo non può permettersi. »

Golda Meir

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario