Le citazioni sul tema: Fede

« Il dispiacere e il suicidio sono il risultato di certe fatali situazioni per chi non ha alcuna fede nell'immortalità, nelle sue gioie e dispiaceri. »

Gérard de Nerval

« È certo ciò che è impossibile. »

Tertulliano

« Abbiate fede e inseguite il mistero che è alla fine. »

Oliver Wendell Jr. Holmes

« La fede ha bisogno di tutta la verità. »

Pierre Teilhard de Chardin

« Quante cose soltanto ieri ci servivano da articoli di fede, che oggi consideriamo soltanto favole? »

Michel de Montaigne

« La capacità di credere a qualcosa è una facoltà dello spirito. »

Anton Cechov

« Il rimanere fedele alla propria fede si dice perseveranza, se la fede è ortodossa; ostinazione, se è eretica. »

Vilfredo Pareto

« La fede è la più alta passione di un uomo. Ci sono forse in ogni generazione molti uomini che non arrivano fino ad essa, ma nessuno va oltre. »

Sören Kierkegaard

« La fede che non dubita non è fede. »

Miguel de Unamuno

« Non è che abbiamo perso la fede: l'abbiamo semplicemente trasferita da Dio alla professione medica. »

George Bernard Shaw

1 di 4 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario