Le citazioni sul tema: Invidia

« Il silenzio dell'invidioso fa troppo rumore. »

Kahlil Gibran

« Bisogna arrivare a invidiare le suore che raggiungono l'estasi davanti al crocefisso di legno. »

Aldo Busi

« Ogni volta che penso alla crocifissione di Cristo, commetto il peccato dell'invidia. »

Simone Weil

« Una delle principali caratteristiche della virtù è di suscitare invidia. »

Samuel Smiles

« L'indignazione morale è invidia con l'aureola. »

Herbert George Wells

« L'invidia è naturale all'uomo, tuttavia è un vizio e una disgrazia contemporaneamente. »

Detto

« È peggio l'invidia di un amico che l'insidia di un nemico. »

Detto

« La parte del compagno sembra sempre più grande. »

Detto

« L'invidia delle persone scialbe per le personalità brillanti è sempre addolcita dal sospetto che faranno una brutta fine. »

Max Beerbohm

« Certi inveiscono contro altri perché quegli altri hanno quello che certi vorrebbero. »

Henry Fielding

1 di 3 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: atavico


Aggettivo
atavico m sing (singolare maschile: atavico, plurale maschile: atavici, singolare femminile: atavica, plurale femminile: ataviche)
di ciò che è originario degli antenati, specialmente molto lontani nel tempo, e che discende come eredità da essi (per estensione) antico, remoto, primigenio (biologia) in genetica, di carattere riscontrabile negli organismi viventi così come nei loro antenati antichi che appare invece regredito o del tutto scomparso in quelli meno remoti (atavismo); più specificamente, di carattere ereditario che riappare in un individuo dopo essere stato assente per più generazioni come effetto di una ricombinazione di geni che codificano per fenotipi recessivi
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ATAVICO del Wikizionario