Le citazioni sul tema: Italiani

« Mi dispiace - esclamò un italiano - che non sia peccato bere l'acqua: come sarebbe gustosa! »

Georg C. Lichtenberg

« "Gli italiani sono il popolo più meraviglioso del mondo." "Ma è un luogo comune..." "Ah sì? E che ce posso fa'?" »

Alberto Sordi

« Fantozzi è anche un terapeuta: ha liberato l'italiano dal timore di essere italiano. »

Paolo Villaggio

« Gli italiani non sono culturalmente interessati alla politica, che è una cosa seria: meglio che parlino di sederi e di tette. »

Alba Parietti

« Gli italiani guadagnano netto, ma vivono lordo. »

Giuseppe Saragat

« Gli italiani hanno solo due cose per la testa: l'altra sono gli spaghetti. »

Catherine Deneuve

« Essere innocenti in Italia è pericoloso! Non si hanno alibi. »

Boris Makaresko

« Italiani: buoni a nulla, ma capaci di tutto »

Leo Longanesi

« Gli italiani sono un popolo di credenti: a tutto. »

Gianni Boncompagni

« Molto spesso nella loro storia gli italiani fingono di cambiare, di essere uomini nuovi, ma poi rimangono gli stessi: per echeggiare una famosa espressione di Roosvelt, quei figli di puttana siamo noi. »

Ernesto Galli Della Loggia

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: atavico


Aggettivo
atavico m sing (singolare maschile: atavico, plurale maschile: atavici, singolare femminile: atavica, plurale femminile: ataviche)
di ciò che è originario degli antenati, specialmente molto lontani nel tempo, e che discende come eredità da essi (per estensione) antico, remoto, primigenio (biologia) in genetica, di carattere riscontrabile negli organismi viventi così come nei loro antenati antichi che appare invece regredito o del tutto scomparso in quelli meno remoti (atavismo); più specificamente, di carattere ereditario che riappare in un individuo dopo essere stato assente per più generazioni come effetto di una ricombinazione di geni che codificano per fenotipi recessivi
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ATAVICO del Wikizionario