Le citazioni sul tema: Parente

« Come è gentile per essere una parente: sembra un'estranea! »

Antonio de Curtis

« Adoro i parenti lontani; quanto più lontani, tanto più li adoro. »

Trevor Prescott

« Da quando esiste l'aereo, neanche i parenti più lontani sono più quelli di una volta. »

Helmut Qualtinger

« Quando i nostri parenti sono a casa, dobbiamo pensare a tutte le loro buone qualità o sarebbe impossibile sopportarli; ma quando sono assenti, ci consoliamo della loro assenza indugiando sui loro vizi. »

George Bernard Shaw

« Ogni uomo vede nei propri parenti, e specialmente nei cugini, una serie di grottesche caricature di se stesso. »

Henry Louis Mencken

« I parenti sono come le scarpe: più sono stretti e più fanno male. »

Antonio de Curtis

« Spine letali, spine pungenti, tali sono le zie e li parenti. »

Leonardo Sinisgalli

« Un parente povero: la cosa più insignificante che esista in natura. »

Charles Lamb

« Che assurda seccatura sono i parenti! Eppure ci rendono così assurdamente rispettabili! »

Oscar Wilde

« I parenti non sono altro che una banda di gente tediosa, che non hanno la più remota conoscenza del saper vivere, né il minimo istinto su quando morire. »

Oscar Wilde

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: esperanto


Aggettivo
esperanto c inv
relativo all'esperanto: la grammatica esperanto è volutamente molto semplificata e regolare
Sostantivo
esperanto m solo sing
lingua artificiale inventata dal medico e linguista polacco Ludwik Lejzer Zamenhof tra il 1872 e il 1887; lo scopo di questa lingua è fornire un codice di comunicazione aggiuntivo a persone di nazionalità e lingua diverse, da qui la classificazione linguistica di "lingua ausiliaria internazionale"; la grammatica è volutamente molto semplificata e regolare, mentre il lessico si è formato partendo da radici comuni alle lingue neolatine, germaniche e slave
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ESPERANTO del Wikizionario