Le citazioni sul tema: Riforma

« Niente ha bisogno di riforme come le abitudini delle altre persone. »

Mark Twain

« Una volta ogni riforma era un'opinione privata, e quando lo sarà ancora, si risolverà il problema dell'età. »

Ralph Waldo Emerson

« Mi purgherò e rinuncerò al vino delle Canarie e vivrò onestamente come dovrebbe fare un nobiluomo. »

William Shakespeare

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario