Le citazioni sul tema: Tacere

« Si tacuisses phiposophus manuisses (Se tu avessi tenuto la bocca chiusa, avrebbero continuato a considerarti un filosofo). »

Boezio

« Si ha più potere quando si tace, perché così la gente comincia a dubitare di se stessa »

Andy Warhol

« Far tacere un vecchio è cosa difficile. Far poi tacere un vecchio autore è cosa impossibile. »

Vittorio Alfieri

« Se fossi re, istituirei cattedre per insegnare a tacere. »

Lope de Vega

« Chi tace acconsente, e chi non parla non dice niente. »

Proverbio

« Non mostrare tutto ciò che hai, e non dire tutto ciò che sai. »

Proverbio

« Acqua in bocca, e rammentati il proverbio: "Molto sa chi non sa se tacer sa." »

Giuseppe Giusti

« La cosa più saggia che si possa far oggi è tacere. »

John Selden

« Nella bocca chiusa non entrano mosche. »

Miguel de Cervantes y Saavedra

« Chi tace acconsente. »

Papa Bonifacio VII

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario