Le citazioni di: Achille Campanile

« Alcuni scrittori per scrivere hanno bisogno della vena. Altri dell'avena. »

Achille Campanile

« Un tempo il giornalismo toglieva uomini alle lettere; oggi, il che è più grave, ne dà. »

Achille Campanile

« Qui giace L. M., pilota aviatore che, precipitando a terra, saliva al cielo. »

Achille Campanile

« Mi spezzo ma non m'impiego. »

Achille Campanile

« "Signor Patellini, come mai sovente non viene in ufficio?" "Commendatore, le dirò: temo sempre di disturbare." »

Achille Campanile

« Le donne ci piacciono perché sono meravigliose, o ci sembrano meravigliose perché ci piacciono? »

Achille Campanile

« La fortuna viene dormendo, e chi si alza presto le taglia la strada. »

Achille Campanile

« Il generale (alla prima cannonata nemica): Beh, ma se cominciamo con le cannonate, è finita. »

Achille Campanile

« Non c'è alcun rapporto fra gli asparagi e l'immortalità dell'anima. [...] Gli asparagi si mangiano, mentre l'immortalità dell'anima no. »

Achille Campanile

« L'umanità si divide in due categorie: quelli che s'alzan tardi e quelli che s'alzan presto. »

Achille Campanile

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: esperanto


Aggettivo
esperanto c inv
relativo all'esperanto: la grammatica esperanto è volutamente molto semplificata e regolare
Sostantivo
esperanto m solo sing
lingua artificiale inventata dal medico e linguista polacco Ludwik Lejzer Zamenhof tra il 1872 e il 1887; lo scopo di questa lingua è fornire un codice di comunicazione aggiuntivo a persone di nazionalità e lingua diverse, da qui la classificazione linguistica di "lingua ausiliaria internazionale"; la grammatica è volutamente molto semplificata e regolare, mentre il lessico si è formato partendo da radici comuni alle lingue neolatine, germaniche e slave
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ESPERANTO del Wikizionario