Le citazioni di: Alessandro Morandotti

« Neppure l'ingiustizia è uguale per tutti. »

Alessandro Morandotti

« Per comandare bisogna riuscire a trovare chi è disposto ad ubbidire. »

Alessandro Morandotti

« Io: abbreviazione di Dio. »

Alessandro Morandotti

« Epitaffio del suicida: veni vidi fugi. »

Alessandro Morandotti

« L'uomo è una miscela di materia e spirito, alla quale andrebbe apposta l'etichetta: attenzione veleno. »

Alessandro Morandotti

« Solo chi non ha fame è in grado di giudicare la qualità del cibo. »

Alessandro Morandotti

« Fedeli sono coloro cui manca l'occasione di non esserlo. »

Alessandro Morandotti

« Se uno sciocco si dichiara tale, gli si crede sulla parola. Se un genio proclama di esserlo, si pretende che lo dimostri. »

Alessandro Morandotti

« Si usano deplorare le morti premature, ma nessuno depreca quelle tardive, ben più incresciose di tutte. »

Alessandro Morandotti

« Troppo cibo rovina lo stomaco, troppa saggezza l'esistenza. »

Alessandro Morandotti

1 di 6 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: esperanto


Aggettivo
esperanto c inv
relativo all'esperanto: la grammatica esperanto è volutamente molto semplificata e regolare
Sostantivo
esperanto m solo sing
lingua artificiale inventata dal medico e linguista polacco Ludwik Lejzer Zamenhof tra il 1872 e il 1887; lo scopo di questa lingua è fornire un codice di comunicazione aggiuntivo a persone di nazionalità e lingua diverse, da qui la classificazione linguistica di "lingua ausiliaria internazionale"; la grammatica è volutamente molto semplificata e regolare, mentre il lessico si è formato partendo da radici comuni alle lingue neolatine, germaniche e slave
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ESPERANTO del Wikizionario