Le citazioni di: Carlo V

« I letterati mi istruiscono, i commercianti mi arricchiscono, e i nobili mi spogliano. »

Carlo V

« Non faccio guerra ai morti, riposi in pace: ormai è davanti al suo giudice. »

Carlo V

« La ragione di stato non deve opporsi allo stato della ragione. »

Carlo V

« Parlo in spagnolo a Dio, in italiano alle donne, in francese agli uomini, e in tedesco al mio cavallo. »

Carlo V

« Sul mio impero non tramonta mai il sole. »

Carlo V

« La fortuna è una cortigiana che riserva ai giovani i propri favori. »

Carlo V

« La moderazione è sempre la tattica preferibile. »

Carlo V

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: traccheggiare


Verbo
Intransitivo
traccheggiare
indugiare, cercare di guadagnare tempo o di mandare per le lunghe, talvolta affannandosi, per rimandare una decisione o un impegno; temporeggiare, tergiversare (sport) nel linguaggio della scherma, eseguire quei movimenti e manovre, intesi a preparare o rintuzzare un attacco, che prendono il nome di traccheggio (sport) (per estensione) assumere un atteggiamento compassato di apparente e controllata irresolutezza per studiare l'avversario
Transitivo
traccheggiare
(non comune) tergiversare per tenere a bada o in sospeso qualcuno o qualcosa
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce TRACCHEGGIARE del Wikizionario