Le citazioni di: Diogene Il Cinico

« La folla è madre di tiranni. »

Diogene il Cinico

« Nessuno patisce danno se non per propria mano. »

Diogene il Cinico

« Anche il sole penetra nelle latrine, ma non ne è contaminato. »

Diogene il Cinico

« I re saggi generalmente hanno saggi consiglieri, perché l'uomo capace di distinguere un saggio deve essere saggio egli stesso. »

Diogene il Cinico

« Preferisco avere una goccia di fortuna che una botte di saggezza. »

Diogene il Cinico

« Cosa è un filosofo che non danneggia i sentimenti di qualcuno? »

Diogene il Cinico

« Il tempo è lo specchio dell'eternità. »

Diogene il Cinico

« Sto aspettando un uomo onesto. »

Diogene il Cinico

« Meglio essere povero sulla terra che ricco in mare. »

Diogene il Cinico

« A quale età un uomo deve prender moglie? Da giovane non ancora, da vecchio mai. »

Diogene il Cinico

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: amore


Sostantivo
amore m sing (plurale: amori)
insieme delle reazioni psicologiche e a volte somatiche all'attrazione verso un soggetto, un oggetto o un'idea verso cui si è particolarmente legati, solitamente inteso in senso positivo sentimento particolare che si prova per una persona, solitamente con cui si sono passati bei momenti (sociologia)(psicologia)(antropologia) sentimento intenso e profondo di affetto, adesione e simpatia Definizione mancante appagare se stessi, aiutando qualcuno, a soddisfare un bisogno o un piacere. (per estensione) individuo che si desidera andrò in vacanza con il mio amore (per estensione) bene a cui si è particolarmente affezionato quella mansarda è un amore (per estensione) complicità ed amicizia disinteressata per cui vi è rispetto ed
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce AMORE del Wikizionario