Le citazioni di: Ernest Hemingway

« Tutta la letteratura americana deriva da un libro di Mark Twain intitolato "Huckleberry Finn". »

Ernest Hemingway

« Se sei abbastanza fortunato di aver vissuto a Parigi come un giovane uomo, allora per il resto della tua vita ovunque andrai, sarà con te, a Parigi è un continuo banchettare. »

Ernest Hemingway

« Uno scrittore impegnato non è come uno scrittore solenne... »

Ernest Hemingway

« Ai gatti riesce senza fatica ciò che resta negato all'uomo: attraversare la vita senza fare rumore. »

Ernest Hemingway

« Il mondo è un bel posto e per esso vale la pena di lottare. »

Ernest Hemingway

« Fino ad ora, sulla morale ho appreso soltanto che una cosa è morale se ti fa sentire bene dopo averla fatta, e che è immorale se ti fa star male. »

Ernest Hemingway

« Non c'è rimedio a niente nella vita. »

Ernest Hemingway

« L'uomo non è fatto per la sconfitta. Un uomo può essere distrutto, ma non può essere sconfitto. »

Ernest Hemingway

« I vecchi non diventano saggi, diventano attenti. »

Ernest Hemingway

« Non era che un vigliacco e quella era la maggior sfortuna che un uomo potesse avere. »

Ernest Hemingway

1 di 3 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario