Le citazioni di: Fabio Fazio

« Quanto si potrà incazzare una tartaruga che dopo due chilometri si accorgesse di aver sbagliato strada? »

Fabio Fazio

« Mi domando, ma i genitori dei sette nani erano ubriachi quando han scelto quei nomi lì per i loro figli? »

Fabio Fazio

« Le piante carnivore devono essere considerate animali o vegetali. »

Fabio Fazio

« In amore ci vuole fortuna, e comunque anche un bel sedere non guasta. »

Fabio Fazio

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: espungere


Verbo
Transitivo espungere
(filologia) ripulire, sfrondare, emendare un testo da ciò che l'analisi critico-comparativa porta a ritenergli estraneo, come interpolazioni, errori di trascrizione, contaminazioni e simili, con la soppressione di quelle lettere, parole, frasi, ecc. che lo stesso copista e i primi filologi di epoca umanistica solevano demarcare con un punto (pungere) sopra o sottostante la parte incriminata (per estensione) togliere, espellere da un testo qualsiasi, proprio o altrui, cancellando o depennando (senso figurato) in senso generico, eliminare (cattivi pensieri o ricordi, ad esempio)
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ESPUNGERE del Wikizionario