Le citazioni di: Gabriele D'Annunzio

« Il verso è tutto. »

Gabriele D'Annunzio

« Memento audere semper (Ricorda di osare sempre). »

Gabriele D'Annunzio

« Il privilegio dei morti: non moriranno più. »

Gabriele D'Annunzio

« L'uomo a cui è dato soffrire più degli altri, è degno di soffrire più degli altri. »

Gabriele D'Annunzio

« La mia anima visse / come diecimila! »

Gabriele D'Annunzio

« Bisogna conservare ad ogni costo intiera la libertà, fin nell'ebrezza. La regola dell'uomo d'intelletto, eccola: «Habere, non haberi». »

Gabriele D'Annunzio

« Il rimpianto è il vano pascolo di uno spirito disoccupato. »

Gabriele D'Annunzio

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: traccheggiare


Verbo
Intransitivo
traccheggiare
indugiare, cercare di guadagnare tempo o di mandare per le lunghe, talvolta affannandosi, per rimandare una decisione o un impegno; temporeggiare, tergiversare (sport) nel linguaggio della scherma, eseguire quei movimenti e manovre, intesi a preparare o rintuzzare un attacco, che prendono il nome di traccheggio (sport) (per estensione) assumere un atteggiamento compassato di apparente e controllata irresolutezza per studiare l'avversario
Transitivo
traccheggiare
(non comune) tergiversare per tenere a bada o in sospeso qualcuno o qualcosa
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce TRACCHEGGIARE del Wikizionario