Le citazioni di: George Orwell

« Un romanzo è in pratica una forma protestante di arte; è un prodotto di una mente libera, di un individuo autonomo. »

George Orwell

« I cattolici e i comunisti sono simili nel considerare che quelli che non hanno le loro convinzioni non possono essere sia onesti sia intelligenti. »

George Orwell

« La somma di libertà più libertà è come dire che due più due fa quattro. Se ciò è concesso, allora segue tutto il resto. »

George Orwell

« Il non esporre i propri pensieri ad un adulto sembra una cosa istintiva dai sette od otto anni in su. »

George Orwell

« Tutti gli animali sono eguali, ma alcuni sono più uguali degli altri. »

George Orwell

« Il grande fratello vi guarda. »

George Orwell

« Il fine di uno scherzo non è quello di degradare l'essere umano ma di ricordargli che è già degradato. »

George Orwell

« Quattro gambe sono giuste, due gambe sono sbagliate. »

George Orwell

« Se la libertà significa qualcosa, allora significa il diritto di dire alla gente cose che non vogliono sentire. »

George Orwell

« Per uno scrittore creativo, possedere la verità è meno importante di una sincerità emozionale. »

George Orwell

1 di 3 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: litote


Sostantivo
litote f (plurale: litoti)
(linguistica) figura retorica che attenua o sfuma la perentorietà o la chiarezza con cui si presenterebbe un concetto, un'affermazione, un giudizio introducendo la negazione del concetto, affermazione, giudizio contrari, talvolta ottenendo nella sostanza un effetto intensivo non sei poi stupido quanto credevo non è stata una brutta serata, (rafforzativo) quelluomo non è uno stinco di santo'' Don Abbondio (il lettore se nè già avveduto) non era nato con un cuor di leone.''
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce LITOTE del Wikizionario