Le citazioni di: Giobbe

« Cingi qual prode i tuoi lombi. (§ 38, 3) »

Giobbe

« La sapienza è più preziosa dei rubini. (§ 28, 18) »

Giobbe

« Puoi tu forse annodare i bei legami delle Pleiadi, o disciogliere i vincoli di Orione? (§ 38, 31) »

Giobbe

« Puoi tu penetrare il mistero di Dio? (§ 11, 7) »

Giobbe

« Non ritorna alla sua casa e la sua dimora non lo riconosce più. (§ 7, 10) »

Giobbe

« Puoi tu trarre all'amo un leviatano? (§ 41, 1) »

Giobbe

« I miei giorni fuggono più veloci della spola, e svaniscono senza speranza. (§ 7, 6) »

Giobbe

« E il Signore chiese a Satana: "Donde vieni?" Allora Satana rispose al Signore, e disse: "Dal percorrere la terra in lungo e in largo e dall'aggirarmi in essa." (§ 1, 7) »

Giobbe

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: esperanto


Aggettivo
esperanto c inv
relativo all'esperanto: la grammatica esperanto è volutamente molto semplificata e regolare
Sostantivo
esperanto m solo sing
lingua artificiale inventata dal medico e linguista polacco Ludwik Lejzer Zamenhof tra il 1872 e il 1887; lo scopo di questa lingua è fornire un codice di comunicazione aggiuntivo a persone di nazionalità e lingua diverse, da qui la classificazione linguistica di "lingua ausiliaria internazionale"; la grammatica è volutamente molto semplificata e regolare, mentre il lessico si è formato partendo da radici comuni alle lingue neolatine, germaniche e slave
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ESPERANTO del Wikizionario