Le citazioni di: Marziale

« La fortuna dà troppo a molti, a nessuno abbastanza. »

Marziale

« La campagna in città. »

Marziale

« Non ha un buon odore chi è sempre profumato. »

Marziale

« Soffre veramente solo chi soffre senza testimoni. »

Marziale

« Il povero, di solito, coltiva amicizie che non gli rendono nulla. »

Marziale

« Non è da uomo saggio dire: "Vivrò". Vivere domani è già troppo tardi: vivi oggi. »

Marziale

« Le persone dissolute hanno vita breve: raramente invecchiano. »

Marziale

« Smettila di abusare dei miei versi, o pubblicane alcuni dei tuoi. »

Marziale

« Se la fama giunge solo dopo la morte, che aspetti. »

Marziale

« Lodano quelli, ma leggono gli altri. »

Marziale

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario