Le citazioni di: William Shakespeare

« Perché il coraggio insorge all'occasione. »

William Shakespeare

« In cielo fanno economie: le candele sono tutte spente. »

William Shakespeare

« Il mio solo amore, nato dal mio solo odio! »

William Shakespeare

« Questa è la mostruosità dell'amore, signora, che infinito è il volere ma limitata è la sua attuazione. »

William Shakespeare

« Essere saggio e amare eccede le capacità dell'uomo. »

William Shakespeare

« Procura che la tua amata sia più giovane di te, o il tuo affetto per lei non durerà. »

William Shakespeare

« L'amore implorato è bello, ma ancor meglio è l'amore che si concede di sua volontà. »

William Shakespeare

« La virtù è ardita e la bontà non ha mai paura. »

William Shakespeare

« Vorrei che non esistesse quell'età tra i sedici anni e i ventitré o che la gioventù dormisse per tutto quell'intervallo; perché non c'è nient'altro in mezzo se non ingravidar le ragazze, offendere gli anziani, rubare ed azzuffarsi. »

William Shakespeare

« Perché mai un uomo che ha il sangue caldo dovrebbe star seduto come una statua d'alabastro di suo nonno? »

William Shakespeare

1 di 35 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: amore


Sostantivo
amore m sing (plurale: amori)
insieme delle reazioni psicologiche e a volte somatiche all'attrazione verso un soggetto, un oggetto o un'idea verso cui si è particolarmente legati, solitamente inteso in senso positivo sentimento particolare che si prova per una persona, solitamente con cui si sono passati bei momenti (sociologia)(psicologia)(antropologia) sentimento intenso e profondo di affetto, adesione e simpatia Definizione mancante appagare se stessi, aiutando qualcuno, a soddisfare un bisogno o un piacere. (per estensione) individuo che si desidera andrò in vacanza con il mio amore (per estensione) bene a cui si è particolarmente affezionato quella mansarda è un amore (per estensione) complicità ed amicizia disinteressata per cui vi è rispetto ed
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce AMORE del Wikizionario