Le citazioni sul tema: Cibo

« È difficile credere che la gente in questo paese muoia di fame perché non ha cibo a disposizione. »

Ronald Reagan

« Il cibo in questo posto è veramente terribile. Inoltre le porzioni sono scarse. Tutto questo può essere paragonato al sentimento che ho nei confronti della vita. »

Woody Allen

« Non mangio mai ostriche. Il cibo mi piace morto. Non malato, né ferito, morto. »

Woody Allen

« Quando ero piccolo mia nonna mi portò a mangiare in una trattoria all'aperto. Cominciò a piovere. Ci misi tre ore a finire il brodo. »

Mario Zucca

« La dieta giusta indirizza l'energia sessuale alle parti che contano. »

Barbara Cartland

« Il pane delle avversità e l'acqua dell'afflizione. »

Vecchio Testamento

« Dei cibi che nutrono tutti insieme e in poco tempo, i residui sono anche prontamente eliminati. »

Ippocrate

« Una buona cucina è una buona farmacia. »

William Bullein

« Per evitare malanni mangia meno; per allungare l'esistenza preoccupati meno. »

Chu Hui Weng

« Dio fece il cibo, ma certo il diavolo fece i cuochi. »

James Joyce

1 di 3 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario