Le citazioni sul tema: Critica

« La critica: gli ossi della selvaggina. »

Paul Jean Toulet

« Si cercano gli errori nella vita di uno scrittore, quando non se ne trovano nelle sue opere. »

Johan Henrik Kellgren

« La critica è più facile dell'abilità. »

Zeusi

« La scrittura critica è per il romanzo e la poesia scritti come l'abbraccio della costa è per la navigazione in mare aperto. »

John Updike

« Un giudizio negativo dà più soddisfazione di una lode, ammesso che sappia di invidia. »

Jean Baudrillard

« Ciò che il pubblico critica in voi, coltivatelo. Quello, siete voi. »

Jean Cocteau

« I commenti critici sono fatti soltanto dalle persone che vi amano. »

Federico Mayor

« Poiché non possiamo raggiungerla, vendichiamoci inveendole contro. »

Michel de Montaigne

« Non usare un'accetta per togliere una mosca dalla fronte del tuo amico. »

Proverbio cinese

« In un'occasione come questa, dire ciò che si pensa diventa più che un dovere. Diventa un piacere. »

Oscar Wilde

1 di 6 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: reprobo


Aggettivo
reprobo m (singolare maschile: reprobo, plurale maschile: reprobi, singolare femminile: reproba, plurale femminile: reprobe)
profondamente malvagio; scellerato, perverso, tristo, cattivo nella terminologia religiosa, detto di ciò o di colui che suscita la riprovazione o l'esecrazione e la condanna divine
Sostantivo
reprobo m sing
chi, per malvagità, cattiveria ecc. si è reso responsabile di gravi colpe, crimini e delitti colui che è degno del castigo divino, generalmente contrapposto a eletto
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce REPROBO del Wikizionario