Le citazioni sul tema: Giornale

« Leggere il giornale di qualcun altro è come dormire con la moglie di qualcun altro. Nulla sembra essere precisamente allo stesso posto, e quando ti accorgi di cosa stai cercando, allora non è chiaro cosa rispondere. »

Malcom Bradbury

« I giornali sono lo specchio del mondo. »

James Ellis

« I giornali stimolano sempre la curiosità: nessuno ne posa uno senza un sentimento di delusione. »

Charles Lamb

« Stampando una notizia in grandi lettere, la gente pensa che sia indiscutibilmente vera. »

Jorge Luis Borges

« Un tempo bisognava fare qualcosa per finire sui giornali, oggi basta dirlo. »

Manfred Rommel

« I giornali si dividono essenzialmente in due gruppi: quelli di partito e quelli di parte. »

Dino Basili

« Un buon giornale, suppongo, è una nazione che parla a se stessa. »

Arthur Miller

« Leggo avidamente il giornale. È la mia unica fonte di continua finzione letteraria. »

Aneurin Bevan

« La moltitudine dei giornali è la letteratura e la tirannide degli ignoranti. »

Vincenzo Gioberti

« Se volete fare fortuna, non lavorate per un giornale: compratelo. Non c'è nessun obbligo a leggerlo, persino se puoi. »

James Cameros

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: traccheggiare


Verbo
Intransitivo
traccheggiare
indugiare, cercare di guadagnare tempo o di mandare per le lunghe, talvolta affannandosi, per rimandare una decisione o un impegno; temporeggiare, tergiversare (sport) nel linguaggio della scherma, eseguire quei movimenti e manovre, intesi a preparare o rintuzzare un attacco, che prendono il nome di traccheggio (sport) (per estensione) assumere un atteggiamento compassato di apparente e controllata irresolutezza per studiare l'avversario
Transitivo
traccheggiare
(non comune) tergiversare per tenere a bada o in sospeso qualcuno o qualcosa
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce TRACCHEGGIARE del Wikizionario