Le citazioni sul tema: Innocenza

« Chi è innocente è armato: sia questo il tuo scudo, questo il tuo muro di bronzo. »

Orazio Flacco

« Ma adesso la mia innocenza comincia a pesarmi. »

Jean Baptiste Racine

« Difesa migliore che usbergo o scudo, è la santa innocenza al petto ignudo. »

Torquato Tasso

« L'innocenza non ha nulla da temere. »

Jean Baptiste Racine

« L'io sostanziale è innocente e quando assapora la propria innocenza sa che essa vive per sempre. »

John Updike

« Il principiante è il vincitore finale in ogni cosa; è lui che prende il meglio dalla vita. »

Gilbert Keith Chesterton

« Chi non conosce il male non ne sospetta alcuno. »

Ben Jonson

« Una cosa spesso perduta e mai ritrovata. »

Anonimo

« L'innocenza cominciò cor prim'omo, e lì rimase. »

Giuseppe Gioachino Belli

« Non esistono innocenti: tutti abbiamo passato un raffreddore a qualcuno. »

Marcello Marchesi

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: atavico


Aggettivo
atavico m sing (singolare maschile: atavico, plurale maschile: atavici, singolare femminile: atavica, plurale femminile: ataviche)
di ciò che è originario degli antenati, specialmente molto lontani nel tempo, e che discende come eredità da essi (per estensione) antico, remoto, primigenio (biologia) in genetica, di carattere riscontrabile negli organismi viventi così come nei loro antenati antichi che appare invece regredito o del tutto scomparso in quelli meno remoti (atavismo); più specificamente, di carattere ereditario che riappare in un individuo dopo essere stato assente per più generazioni come effetto di una ricombinazione di geni che codificano per fenotipi recessivi
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ATAVICO del Wikizionario