Le citazioni sul tema: Pubblicità

« Le anatre depongono le loro uova in silenzio. Le galline invece schiamazzano come impazzite. Qual è la conseguenza? Tutto il mondo mangia uova di gallina. »

Henry Ford

« A vedere certi film penso quanto sia bella la pubblicità. »

Oliviero Toscani

« Mi considero un terrorista della pubblicità. »

Oliviero Toscani

« Con la pubblicità arriva l'umiliazione. »

Tama Janowitz

« La pubblicità è un prezioso fattore economico: è il modo più economico per vendere merci, soprattutto se non valgono niente. »

Sinclair Lewis

« Se la pubblicità non funziona, non resta che cambiare la merce. »

Edgar Faure

« Quell'attività che si ritiene immune dalla pubblicità prima o poi si ritrova immune da ogni attività. »

Dwarf Brown

« La pubblicità promuove quel divino scontento che spinge la gente a migliorare il proprio status economico. »

Ralph Samuel Butler

« La pubblicità è la più grande forma d'arte del ventesimo secolo. »

Marshall McLuhan

« Non m'importa di come parlino di me, basta che ne parlino. »

George Micheal Cohan

1 di 3 »

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: espungere


Verbo
Transitivo espungere
(filologia) ripulire, sfrondare, emendare un testo da ciò che l'analisi critico-comparativa porta a ritenergli estraneo, come interpolazioni, errori di trascrizione, contaminazioni e simili, con la soppressione di quelle lettere, parole, frasi, ecc. che lo stesso copista e i primi filologi di epoca umanistica solevano demarcare con un punto (pungere) sopra o sottostante la parte incriminata (per estensione) togliere, espellere da un testo qualsiasi, proprio o altrui, cancellando o depennando (senso figurato) in senso generico, eliminare (cattivi pensieri o ricordi, ad esempio)
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ESPUNGERE del Wikizionario