Le citazioni sul tema: Pubblico

« Io e il mio pubblico ci capiamo molto bene: non ascolta quello che dico, e io non dico ciò che vuole ascoltare. »

Karl Kraus

« Il pubblico esige di essere trattato come le donne, alle quali soprattutto non bisogna dire nulla che a loro non piaccia sentire. »

Wolfgang Goethe

« Di rado il pubblico perdona due volte. »

Johann Caspar Lavater

« Il pubblico è una bestia feroce: bisogna incatenarlo oppure fuggire. »

Voltaire

« Il pubblico è più acuto del miglior critico. »

George Bancroft

« Il pubblico non ha vergogna né gratitudine. »

William Hazlitt

« Non li lascio mai tossire. Non oserebbero. »

Ethel Barrymore

« Perché ci siano grandi poeti, ci devono essere anche grandi pubblici. »

Walt Whitman

« Non contento di tenere l'attenzione del pubblico nel palmo della mano, andò oltre e chiuse il pugno. »

Kenneth Tynan

« Se hai il pubblico nelle tue mani, puoi essere sicuro che vuole stare dove si trova. »

Cliff Richard

1 di 2

Cerca autore per iniziale:

Cerca categoria per iniziale:

La parola di oggi è: giubileo


Sostantivo
giubileo m sing(plurale: giubilei)
(storia) antica festa ebraica che si celebrava ogni cinquanta anni (cristianesimo) nel cattolicesimo indulgenza plenaria elargita dal papa, dapprima ogni cent'anni, poi cinquant'anni, successivamente ogni venticinque o in ricorrenze straordinarie, e assoggettata al viaggio a Roma o alla visita ad un santuario Nel 1933 si svolse il primo giubileo straordinario del secolo scorso
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce GIUBILEO del Wikizionario