Le citazioni di: Antoine de Saint Exupéry

Antoine de Saint Exupéry citazioni

Antoine de Saint Exupéry, all’anagrafe Antoine Jean Baptiste Marie Roger de Saint-Exupéry, è uno scrittore, aviatore e militare francese. Nasce a Lione il 29 giugno del 1900 da una famiglia aristocratica, ma rimane, sfortunatamente, orfano di padre a soli quattro anni.

L’anno delle svolta della sua vita è il 1921, quando parte per il servizio militare e viene mandato a Strasburgo per diventare aviatore. Il 9 luglio dello stesso anno, infatti, fa il suo primo volo solitario a bordo di un Sopwith F-CTEE.

Nel 1922 ottiene la licenza da pilota e si dirige a Parigi dove inizia a dedicarsi alla scrittura, senza avere però particolare successo. Il suo primo racconto pubblicato risale allo stesso anno e con il titolo L’aviatore.

Nel 1929 Saint-Exupéry si trasferisce in Sud America per trasportare la posta attraverso le Ande. Esperienza che gli costa diversi incidenti. Il più clamoroso in assoluto avviene nel 1938 durante un tentativo di stabilire il record di volo da New York alla Terra del Fuoco.

In Argentina incontra la sua musa ispiratrice, Consuelo Suncín-Sandoval Zeceña de Gómez, che sposa nel 1931 . L’anno successivo torna in in Francia, Paese in cui si dedica alla scrittura e al giornalismo, e brevetta persino un dispositivo per l’atterraggio degli aerei.

Nel 1939 pubblica Terre des hommes, che ottiene un notevole successo a tal punto da ricevere un premio da parte dell’Accademia Francese. A seguito dell’invasione della Francia durante la Seconda Guerra Mondiale, Antoine de Saint-Exupéry entra nell’aviazione militare e, il 22 maggio 1940, effettua una missione di ricognizione su Arras, esperienza da cui nasce l’opera Pilota di guerra (Pilote de guerre).

Tuttavia, a causa di un incidente avvenuto durante il conflitto mondiale, si ferma per un periodo a New York fino al 1942, anno in cui decide di trasferirsi nel Québec. Ed è qui che, nel 1943, pubblica la sua opera più famosa, Il Piccolo Principe, uno dei più grandi capolavori della letteratura.

Al momento dello sbarco degli alleati in Africa del Nord chiede di essere arruolato nell’aviazione americana e di poter tornare in Francia in volo. Tornato in Europa, compie 5 missioni di ricognizione fra la Sardegna e la Corsica. Purtroppo però, durante l’ultima ricognizione avvenuta il 31 luglio del 1944 precipita nel Mar Tirreno e muore.

1 di 2

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963