Vocabolario italiano dalla A alla Z

La parola di oggi è: orditura


Sostantivo
orditura f sing (plurale: orditure)
(tessile) operazione consistente nel disporre i fili sul telaio, per tessere (per estensione) (edilizia) insieme degli elementi principali e secondari che formano l'ossatura su cui poggia la copertura del tetto (senso figurato) trama di un'opera, complesso di elementi essenziali di un racconto (senso figurato) preparazione di qualche azione disonesta
...

Leggi tutto >>

tratto dalla voce ORDITURA del Wikizionario

Più modi di dire: Rispondere

dare risposta (v.intr.), replicare (v.intr.), ribattere (v.intr.), controbattere (v.intr.), reagire (v.intr.), contestare (v.intr.), obiettare (v.intr.), confutare (v.intr.), esaudire (v.intr.), soddisfare (v.intr.), appagare (v.intr.), essere adatto (v.intr.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Sembra che certi giornalisti vedano il loro compito come il tentativo di spiegare ad altri quello che loro stessi non capiscono.»

Markus M. Ronner

Il Santo di oggi

a cura di Edizioni Paoline

S. Emmerano, vescovo e martire

Vescovo di Poitiers

Nasce intorno al 600 probabilmente a Poitiers, in Francia. Qui diventa sacerdote e viene nominato vescovo. Giunto in Baviera nel 649, si stabilisce a Ratisbona, dove per tre anni predica convertendo e battezzando molti pagani. Per un malinteso viene inseguito durante un viaggio dal figlio del duca, catturato e torturato. La sua morte si colloca intorno al 652. Nel terzo anno della sua attività missionaria in Baviera, Emmerano avrebbe voluto recarsi a Roma per riferire al papa i risultati ottenuti. Durante il viaggio cade vittima di un fraintendimento: poichè la figlia del duca aspettava un figlio, Emmerano, per proteggerla da una grave punizione, dice di essere il padre del bambino. Ma Lamberto, figlio del duca, dà ordine di inseguire il vescovo che viene aggredito e torturato. Un sacerdote al quale Emmerano aveva confidato ogni cosa, chiarirà i retroscena. Al duca, sconvolto, non rimane che far traslare il cadavere del vescovo a Ratisbona, nella chiesa di S. Giorgio.

Altri santi: S. Maurizio, S. Tommaso da Villanova, S. Silvano, S. Ignazio, S. Settimio

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti