Il Santo del giorno 05 Settembre

a cura di Edizioni Paoline

S. Lorenzo Giustiniani, vescovo

Patriarca di Grado

Discendente di una delle più nobili e cospicue famiglie veneziane, nasce a Venezia il 1° luglio 1381 da Bernardo e da Cristina Querini, nobildonna nota per l'austerità di costumi e lo spirito ascetico. Nei primissimi anni del XV sec. un gruppo di giovani nobili veneziani incominciano a riunirsi praticando la vita comune e ricercando nella solitudine una più intensa vita spirituale. Al gruppo si unisce anche Lorenzo che diventa testimone del fiorire della Congregazione, e diviene poi il primo superiore generale. Nel ritiro e nella tranquillità del chiostro scrive molte opere spirituali. Nel 1433 il papa Eugenio IV lo nomina vescovo di Castello ed egli si impegna in una profonda opera di rinnovamento e di riforma della Chiesa veneziana. Nel 1451, alla morte di Domenico Michiel, patriarca di Grado, papa Niccolò V ne trasporta la sede a Venezia, nominando Lorenzo primo patriarca. Muore l'8 gennaio 1455.

Altri santi: B. Giordano, B. Madre Teresa di Calcutta, Sant'Alberto, S. Vittorino

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Ansia

ansietà (s.f.), affanno (s.f.), agitazione (s.f.), preoccupazione (s.f.), timore (s.f.), angoscia (s.f.), inquietudine (s.f.), apprensione (s.f.), trepidazione (s.f.), desiderio (s.f.), fame (s.f.), sete (s.f.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Perché non dovrebbe essere pazza la mucca? Perché non dovrebbe essere pazza? Ditemi perché? Gli mettono una macchina che la pompa e la ciuccia per sei mesi all'anno, gli fa fare seimila litri di latte invece dei seicento di una vacca normale. Questo apparecchio si chiama "Harmony", la ciuccia tutto il giorno. Lei, poverina, penserà "l'umanità avrà bisogno di più latte". Non è vero! C'è un latte in eccedenza che viene ridotto in polvere e glielo rifanno mangiare. Lei dice: "come cazzo è quest'umanità qui?"»

Beppe Grillo