Il Santo del giorno 20 Giugno

a cura di Edizioni Paoline

S. Silverio, papa e martire

Papa

Una particolarità della Chiesa dei primi secoli è data dal fatto che non era infrequente che un papa, prima di essere eletto, fosse anche un padre di famiglia. Uno di loro è papa Ormisda. Silverio è suo figlio e diviene egli stesso papa, succedendo ad Agapito, morto il 22 aprile 536. La guerra tra i Goti e l'imperatore d'Oriente favorisce l'elezione di Silverio al soglio pontificio, ma ne ostacola poi il pontificato. L'ingiusta accusa di tradimento fa emergere una figura tribolata e sofferente di uomo, deportato da un luogo all'altro e costretto a dimettersi da pontefice e ad andare in esilio in Licia per evitare uno scisma nella Chiesa. Muore di fame e di stenti il 2 dicembre 537.

Altri santi: S. Adalberto, S. Lucano, S. Ettore

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Aspettare

attendere (v.tr.), rimanere in attesa (v.tr.), essere pronto (v.tr.), essere preparato (v.tr.), fermarsi (v.intr.), prendere tempo (v.intr.), indugiare (v.intr.), rimandare (v.intr.), rinviare (v.intr.), temporeggiare (v.intr.), differire (v.intr.), procrastinare (v.intr.)...

Leggi tutto >>

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963