Il Santo del giorno 13 Febbraio

a cura di Edizioni Paoline

S. Benigno, martire

Sacerdote e martire

Tra i 18 santi col nome di Benigno, il martire commemorato oggi è nato e vissuto a Todi e appartiene al grande gruppo di vittime dell'ultima cruenta persecuzione anticristiana di Diocleziano e Massimino, all'inizio del IV secolo. Sacerdote buono e retto, affronta con coraggio la tortura e la morte e il suo corpo, raccolto da mani pietose, viene sepolto lungo la strada che da Todi conduce al Vicus Martis, in una località che prende poi il suo nome e dove più tardi sorgerà un monastero benedettino. Nel 1904, le sue reliquie racchiuse in una preziosa urna d'argento, datata 1679, vengono collocate nell'altare maggiore della Chiesa di S. Silvestro a Todi. Pur non essendo molto diffuso il suo culto, il ricordo di S. Benigno, specialmente nella chiesa di Todi, rimase costante.

Altri santi: S. Fosca, S. Maura, B. Cristina da Spoleto

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Illuminare

rischiarare (v.tr.), diffondere luce (v.tr.), fare brillare (v.tr.), rallegrare (v.tr.), ravvivare (v.tr.), vivacizzare (v.tr.), rendere radioso (v.tr.), allietare (v.tr.), insegnare (v.tr.), istruire (v.tr.), informare (v.tr.), mettere al corrente (v.tr.)...

Leggi tutto >>

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963