Il Santo del giorno 13 Febbraio

a cura di Edizioni Paoline

S. Benigno, martire

Sacerdote e martire

Tra i 18 santi col nome di Benigno, il martire commemorato oggi è nato e vissuto a Todi e appartiene al grande gruppo di vittime dell'ultima cruenta persecuzione anticristiana di Diocleziano e Massimino, all'inizio del IV secolo. Sacerdote buono e retto, affronta con coraggio la tortura e la morte e il suo corpo, raccolto da mani pietose, viene sepolto lungo la strada che da Todi conduce al Vicus Martis, in una località che prende poi il suo nome e dove più tardi sorgerà un monastero benedettino. Nel 1904, le sue reliquie racchiuse in una preziosa urna d'argento, datata 1679, vengono collocate nell'altare maggiore della Chiesa di S. Silvestro a Todi. Pur non essendo molto diffuso il suo culto, il ricordo di S. Benigno, specialmente nella chiesa di Todi, rimase costante.

Altri santi: S. Fosca, S. Maura, B. Cristina da Spoleto

Il Santo di ieri | Il Santo di domani
Indietro Avanti

Più modi di dire: Andare

muoversi (v.intr.), spostarsi (v.intr.), camminare (v.intr.), incamminarsi (v.intr.), recarsi (v.intr.), dirigersi (v.intr.), avviarsi (v.intr.), avanzare (v.intr.), portarsi (v.intr.), condursi (v.intr.), procedere (v.intr.), marciare (v.intr.)...

Leggi tutto >>

La citazione del giorno

«Dies irae, dies illa / solvet saeclum in favilla, / teste David cum Sibylla. Giorno d'ira, quel giorno; / dissolverà il secolo in faville, / lo attestan Davide e la Sibilla.»

Tommaso da Celano